Geotermia

Geothermie - Bild 1

Per «energia geotermica» si intende l'energia immagazzinata sotto forma di calore nel sottosuolo. Già a 15 metri di profondità la temperatura del suolo è costante durante tutto l'anno. Generalmente in Svizzera la temperatura del suolo aumenta di circa 30°C per chilometro di profondità. A 5000 metri di profondità la temperatura sfiora 160°C. A temperature superiori ai 40°C (cioè a profondità superiori a 1 km) sono presenti notevoli quantità di calore. Questa energia geotermica può essere utilizzata con l’ausilio di diversi metodi.

Sonde geotermiche verticali, pozzi artesiani, geostrutture (pali di fondazione, pareti colate in trincea) e acque calde provenienti dal drenaggio delle gallerie vengono di solito utilizzati in abbinamento alla pompa di calore, per scopi di riscaldamento e, in alcuni casi, anche di raffreddamento. Nelle sue statistiche sulle energie rinnovabili, l’UFE pubblica a cadenza annuale dati sull’energia termica di origine geotermica. Parte di questa energia viene anche prodotta in modo centralizzato e distribuita attraverso una rete termica a svariati consumatori di calore.

Mediante trivellazioni in profondità è possibile accedere a falde di acqua sufficientemente calda da essere utilizzate direttamente (ovvero senza pompe di calore) per la produzione di calore, specialmente per alimentare le reti di teleriscaldamento urbano. A temperature superiori ai 100°C è anche possibile produrre energia elettrica e utilizzare il calore residuo per il riscaldamento. Laddove le falde di acqua sotterranee (acquiferi) non siano disponibili, il calore e l’energia elettrica possono essere prodotti a partire da rocce cristalline secche con l’ausilio di sistemi geotermici migliorati («Enhanced Geothermal Systems», EGS).

Mentre la geotermia alimenta già una rete di teleriscaldamento in Svizzera (Riehen, BS), attualmente non viene ancora prodotta energia elettrica di origine geotermica. Uno dei principali ostacoli allo sviluppo della geotermia di media e grande profondità risiede nella scarsità di conoscenze sulle profondità del sottosuolo. Per questo motivo, dal 1° gennaio 2018, i progetti che prevedono l’impiego diretto della geotermia ai fini della produzione di calore ed elettricità possono beneficiare dei contributi per l’esplorazione geotermica. Inoltre, per i progetti di produzione di elettricità vi è anche una garanzia per la geotermia, finanziata attraverso il Fondo per il supplemento rete. Di tali contributi hanno potuto già beneficiare i progetti di produzione di calore e di elettricità attualmente in corso di attuazione.

Ad ogni modo, la Svizzera dispone di un potenziale geotermico molto elevato, in particolare per la produzione di energia elettrica geotermica con la tecnologia EGS. Le prospettive offerte da questa fonte di energia pulita, inesauribile e permanente, sono molto interessanti: nessuna emissione di CO2, energia locale 24 ore al giorno per 365 giorni all’anno e ciò senza occupazione di spazio.

Geothermie - Bild 2
Utilizzazione di un pozzo geotermico
© Geotermia Podhalanska

Documenti

Opuscolo

Rapporti

ID: 298
https://www.bfe.admin.ch/content/bfe/it/home/approvvigionamento/energie-rinnovabili/geotermia.html