Politica energetica internazionale

Internationale Energiepolitik - Bild 1

In Svizzera, l'approvvigionamento energetico dipende per l'80 per cento circa dall'importazione di carburanti fossili e combustibili fossili e nucleari. Anche il nostro approvvigionamento elettrico, almeno nei mesi invernali, è legato alle importazioni.

La forte dipendenza dalle importazioni, l'esigenza di garantire la sicurezza dell'approvvigionamento e gli obiettivi di sostenibilità della politica energetica svizzera rendono necessaria una stretta collaborazione della Svizzera con le organizzazioni e le autorità energetiche internazionali. In considerazione della strategia del Consiglio federale del 2008 scaturiscono diverse priorità nell'ambito della collaborazione tra le varie istituzioni.

Il Consiglio federale e i Direttori degli Uffici intrattengono contatti regolari con i Paesi limitrofi. La vasta gamma degli ambiti di cooperazione comprende, tra l'altro, la sicurezza dell'approvvigionamento, la promozione delle energie rinnovabili, le questioni relative all'efficienza energetica e alla cooperazione nella ricerca. Con alcuni Stati partner che non fanno parte dell'Unione Europea (Azerbaigian, Turchia, Emirati Arabi Uniti e Russia), la Svizzera ha creato dei partenariati energetici che, da una parte, sono finalizzati alla promozione delle fonti energetiche sostenibili e dell'efficienza energetica in questi Paesi e, dall'altra, sono relazionati al raccordo al cosiddetto "corridoio sud" del gas naturale, di grande importanza per il nostro Paese.

Nei colloqui con l'UE, per la Svizzera è prioritaria la garanzia della sua posizione nel mercato energetico europeo. Dal 2007, il nostro Paese sta negoziando con l'UE un accordo in materia di energia elettrica. L'obiettivo a lungo termine di tali negoziati è la stipula di un accordo globale sull'energia, che oltre all'elettricità includa temi come l'infrastruttura energetica, l'efficienza energetica e il gas naturale.

Infine, la Svizzera si impegna affinché la politica energetica globale venga stabilita principalmente in seno a organismi multilaterali, ai quali essa stessa dispone di un diritto di partecipazione, come l'Agenzia internazionale dell'energia (AIE), l'Agenzia internazionale dell'energia atomica (AIEA), della Carta dell'energia e dell'Agenzia internazionale per le energie rinnovabili (IRENA).

Ultima modifica 08.01.2016

Inizio pagina

https://www.bfe.admin.ch/content/bfe/it/home/politica/politica-energetica-internazionale.html