Cantoni e Comuni

Oltre alla Confederazione, anche i Cantoni e i Comuni svolgono compiti nell’ambito della politica energetica. Secondo l’art. 89 della Costituzione federale compete in primo luogo ai Cantoni adottare misure concernenti il consumo di energia negli edifici. Da parte sua la Confederazione deve tenere conto di quanto intrapreso dai Cantoni e dai Comuni. I tre livelli statali collaborano quindi strettamente in tale ambito.

Cantoni

I Cantoni coordinano le loro attività relative al settore energetico in seno alla Conferenza dei direttori cantonali dell'energia (EnDK) che è costituita dai membri dei Governi cantonali che nei loro Cantoni sono responsabili del dossier energia. All’EnDK è aggregata la Conferenza dei servizi cantonali dell’energia (EnFK), la quale tratta questioni tecniche specifiche. L’EnDK si è accordata sul comune "Modello di prescrizioni energetiche dei Cantoni" (MuKEn) che armonizzerà il più possibile le legislazioni dei 26 Cantoni nel settore degli edifici. Inoltre l'EnDK ha creato il "Certificato energetico cantonale degli edifici" (CECE), uno strumento di valutazione e consulenza utilizzato per tutti gli edifici della Svizzera.

La promozione finanziaria dell'efficienza energetica e delle energie rinnovabili è strutturata diversamente nei vari Cantoni: numerosi di essi dispongono di propri crediti quadro o fondi di promozione attraverso i quali vengono sostenute misure volte a incrementare l'efficienza energetica e a potenziare le energie rinnovabili. Le misure sostenute variano da Cantone a Cantone: per quelle che riguardano l’energia degli edifici e rispettano le prescrizioni del modello d’incentivazione armonizzato dei Cantoni (HFM), i Cantoni vengono sostenuti finanziariamente dalla Confederazione con contributi globali, ovvero tramite i proventi della tassa sul CO2 a destinazione parzialmente vincolata. I Cantoni senza crediti di promozione propri ricevono dalla Confederazione solo un contributo di base.

Ai Cantoni competono anche ulteriori compiti nell’ambito della politica energetica, quali l'emanazione e l'attuazione di prescrizioni sull'efficienza energetica nelle aziende, la determinazione nei loro piani direttori delle regioni idonee ad accogliere impianti di produzione di energia da fonti rinnovabili, la consulenza a privati e ad aziende per le questioni energetiche, l’autorizzazione per la costruzione di centrali elettriche o la pianificazione energetica. I Cantoni svolgono inoltre una funzione di spicco in qualità di proprietari esclusivi o comproprietari di aziende del settore energetico, oltre a un ruolo esemplare insieme alla Confederazione e ai Comuni.

Città e Comuni

Le Città e i Comuni ricoprono un ruolo fondamentale nella politica energetica svizzera poiché svolgono un’importante funzione esemplare nei confronti della popolazione e dell'economia. I Comuni possono (o devono, nel caso di certi Cantoni, almeno a partire da una determinata grandezza) guidare in modo determinate il proprio sviluppo energetico mediante una pianificazione energetica a livello territoriale. Inoltre, molti Comuni supportano i loro abitanti con propri programmi di promozione energetica. Infine, sono responsabili degli impianti di produzione di energia dei propri Comuni, come pure dell'attuazione delle prescrizioni cantonali e del diritto federale.

Il programma SvizzeraEnergia dell'UFE finanzia città e Comuni nelle loro attività volte a promuovere le energie rinnovabili, l'efficienza energetica e la mobilità sostenibile ai sensi di una politica energetica e climatica sostenibile.

Ultima modifica 28.02.2020

Inizio pagina

https://www.bfe.admin.ch/content/bfe/it/home/politica/cantoni-e-comuni.html