Smaltimento: basi

La Svizzera si serve dell'energia nucleare per la produzione di elettricità da quasi 50 anni. Tuttavia, finora non è stata trovata una soluzione sicura per l'immagazzinamento delle scorie radioattive che ne derivano. In Svizzera, le scorie radioattive sono prodotte in gran parte dai cinque centrale nucleare, ma anche dalla medicina, dall'industria e dalla ricerca (MIR). Si opera una distinzione tra scorie altamente radioattive (SAA) e scorie debolmente e mediamente radioattive (SDM). Il loro volume complessivo è pari a circa 100 000 metri cubi, di cui approssimativamente il 90 per cento sono SDM.

https://www.bfe.admin.ch/content/bfe/it/home/approvvigionamento/energia-nucleare/scorie-radioattive/smaltimento--basi.html