Inizio zona contenuto

Inizio navigatore

Fine navigatore



Energie fossili

Le fonti energetiche di origine fossile sfruttate ai giorni nostri (petrolio, gas naturale, carbone, sabbie bituminose, scisti bituminosi) sono miscele di idrocarburi derivate dalla trasformazione naturale di materiale organico avvenuta nel corso di milioni di anni. Trattandosi di processi non riproducibili su una scala temporale umana, le riserve di energie fossili vengono classificate come energie non rinnovabili.

Le previsioni sulla durata dello sfruttamento di ciascuna fonte energetica fossile divergono notevolmente da un tipo di fonte all'altro. Esse dipendono dalle ipotesi sull'evoluzione dell'offerta e della domanda globali, dalle riserve accertate (ossia sfruttabili tecnicamente ed economicamente) e dalle risorse (ossia i giacimenti di cui è stata accertata o supposta l'esistenza ma che non sono ancora sfruttabili tecnicamente e/o economicamente). Anche il livello dei prezzi riveste un'importanza fondamentale, come lo dimostra il boom del gas e del petrolio di scisto negli USA e in Canada a partire dalla metà degli anni 2000: un tempo inutilizzate, queste riserve hanno potuto essere valorizzate grazie alla tecnica, molto costosa, della fratturazione idraulica (fracking) a partire dal momento in cui il prezzo del petrolio si è stabilizzato sopra i 50 $/barile. Secondo una statistica di BP, se il consumo di energie fossili rimarrà invariato le riserve accertate di petrolio saranno sufficienti a coprire il fabbisogno mondiale per oltre 53 anni, quelle di gas naturale per circa 55 anni e quelle di carbone per oltre 100 anni. La maggior parte degli esperti e delle organizzazioni competenti, tuttavia, prevede che a medio e lungo termine la domanda globale di energie fossili continuerà a crescere sotto la spinta dei Paesi non appartenenti all'OCSE, in particolare la Cina e l'India; quindi la disponibilità, in termini di anni di consumo, delle riserve accertate di energie fossili è destinata a ridursi.

Oltre alla durata limitata delle loro riserve, un grosso svantaggio delle energie fossili è rappresentato dalle sostanze inquinanti prodotte dalla loro combustione. Moderare il consumo di queste energie sostituendole con altre fonti rinnovabili e ridurre così le emissioni di CO2 è quindi una delle maggiori sfide della politica energetica, dell'economia e della ricerca.

Ricerca e sviluppo

Le energie fossili continueranno ancora per molto tempo a soddisfare la maggior parte del nostro fabbisogno energetico ma verranno gradualmente sostituite dalla biomassa, dai carburanti sintetici ("designer fuels") e dall'idrogeno. A prescindere dal tipo di fonte energetica utilizzata, la combustione rimarrà ancora a lungo la tecnica di sfruttamento dominante e la ricerca continuerà a puntare sull'aumento dell'efficienza e sulla riduzione delle emissioni nocive, come ad esempio il programma di ricerca sulla combustione e sulla cogenerazione.

Documenti utili

Rapporti trimestrali sull'evoluzione dei mercati delle energie fossili

Ulteriori informazioni

Programma di ricerca Combustione e cogenerazione

Link

Fracking nell'enciclopedia libera Wikipedia Dieses Symbol soll Sie darauf hinweisen, dass der Link auf eine externe Seite geleitet wird und Sie sich somit ausserhalb unseres Dienstes befinden und wir keinerlei Gewährleistung für folgende Inhalte geben können.
Statistica di BP Dieses Symbol soll Sie darauf hinweisen, dass der Link auf eine externe Seite geleitet wird und Sie sich somit ausserhalb unseres Dienstes befinden und wir keinerlei Gewährleistung für folgende Inhalte geben können.
Il vostro interlocutore: Vincent Beuret
Ultima modifica: 24.08.2015


Fine zona contenuto




http://www.bfe.admin.ch/themen/00486/index.html?lang=it