Inizio zona contenuto

Inizio navigatore

Fine navigatore



Quadro giuridico

La manipolazione delle scorie radioattive e il loro immagazzinamento sono disciplinati in dettaglio nella legge sull'energia nucleare (LENu) e nell'ordinanza sull'energia nucleare (OENu), entrate ambedue in vigore il 1° febbraio 2005.

La legge sull'energia nucleare (LENu) definisce i principi fondamentali:

  • le scorie radioattive devono essere smaltite in modo tale che la protezione continua delle persone e dell'ambiente sia garantita;
  • chi produce scorie radioattive è responsabile del loro smaltimento sicuro;
  • in linea di massima le scorie prodotte in Svizzera devono essere smaltite in Svizzera;
  • le scorie radioattive devono essere smaltite in depositi in strati geologici profondi;
  • l'autorizzazione di massima per un deposito in strati geologici profondi è concessa dal Consiglio federale e approvata dal Parlamento. È soggetta al referendum facoltativo (a livello federale).

L'ordinanza sull'energia nucleare (OENu) precisa le disposizioni della LENu:

  • la Confederazione fissa in un Piano settoriale gli obiettivi e i criteri dell'immagazzinamento. Tra questi, in particolare, la procedura per la selezione dei siti;
  • sono elencati i principali requisiti di sicurezza posti a un deposito in strati geologici profondi, come, per esempio, l'estensione sufficiente della roccia ospitante idonea, la situazione idrogeologica favorevole o la stabilità geologica a lungo termine;
  • la sorveglianza e la recuperabilità delle scorie sino alla chiusura del deposito devono essere garantite.

Ulteriori informazioni

Il vostro interlocutore: Seraina Branschi
Ultima modifica: 30.11.2011


Fine zona contenuto





http://www.bfe.admin.ch/radioaktiveabfaelle/01275/01290/index.html?lang=it