Inizio navigazione principale


SvizzeraEnergia - Logo

Fine navigazione principale


Inizio zona contenuto

Inizio navigatore

  • Home
    • > SvizzeraEnergia

Fine navigatore



SvizzeraEnergia

Energico

Nuovo sito Internet SvizzeraEnergia: www.svizzeraenergia.ch!

Comunicati stampa
[ Ufficio federale dell'energia ]
La ENERGY CHALLENGE 2017 farà tappa al Festival Moon&Stars di Locarno. Dal 14 al 22 luglio 2017 sarà possibile testare le proprie conoscenze del risparmio energetico e vincere fantastici premi. La ENERGY CHALLENGE, lanciata lo scorso anno da SvizzeraEnergia, ha iniziato il 2017 alla grande, partecipando alla Mustermesse di Basilea tenutasi nel mese di maggio. Dopo l'evento di Locarno, ENERGY CHALLENGE proseguirà verso le tre tappe successive: l'Energy Air di Berna, la Comptoir Suisse di Losanna e la ZÜSPA di Zurigo. Elemento centrale della Energy Challenge 2017 saranno l'app e la piattaforma online 20min.ch. Tra le personalità partner del programma figurano il cantante Stress e il campione olimpionico di mountain bike Nino Schurter, che saranno ambasciatori del festival.

[ Ufficio federale dell'energia ]
Il Dipartimento federale dell'ambiente, dei trasporti, dell'energia e delle comunicazioni (DATEC) inasprisce le categorie di efficienza energetica dell'etichettaEnergia per le automobili. L'adeguamento avviene nel quadro della valutazione annuale prescritta dall'ordinanza sull'energia. Con questo inasprimento si garantisce che, nuovamente, soltanto un settimo di tutti i nuovi modelli di automobili sia attribuito alla migliore categoria di efficienza A. Le nuove categorie sono valide dal 1° gennaio 2018.

[ Ufficio federale dell'energia ]
Nelle case plurifamiliari il consumo di energia e di acqua presenta notevoli differenze da un'abitazione all'altra, determinate direttamente dal comportamento dei singoli abitanti. Se si considerano oggetti equivalenti il consumo di energia per i riscaldamenti può variare del fattore 3, mentre per l'acqua si arriva addirittura al fattore 8. Oltre a creare trasparenza ed equità, il conteggio individuale delle spese dell'energia e dell'acqua (CISE) offre uno stimolo a favore di una gestione oculata delle risorse. Oggi l'Ufficio federale dell'energia ha pubblicato un nuovo modello di calcolo rivolto sia a ditte incaricate di elaborare i conteggi e a responsabili del settore dell'edilizia che ad amministrazioni e proprietari di immobili. Dal 2017 il nuovo modello di calcolo dovrà essere adottato nelle nuove costruzioni e negli edifici risanati che, sotto il profilo energetico, raggiungono lo standard di un edificio nuovo. Per i restanti edifici rimane valido il precedente modello di calcolo per il conteggio individuale delle spese di riscaldamento e di acqua calda (CISR).

[ Ufficio federale dell'energia ]
Il mercato dei centri di calcolo è importante per l'economia digitale e continuerà a crescere anche nei prossimi anni. In Svizzera i locali adibiti ai server e i centri di calcolo registrano circa il tre per cento dell'intero consumo di elettricità nazionale. Il loro potenziale di risparmio è considerevole: diversi studi indicano infatti che tale risparmio potrebbe raggiungere il 50 per cento. Per questo motivo SvizzeraEnergia, in collaborazione con la asut, l'Associazione svizzera delle telecomunicazioni, ha lanciato una campagna a favore dell'efficienza elettrica dei centri di calcolo. Oltre a trasmettere informazioni utili, la campagna indica misure concrete che contribuiscono all'aumento dell'efficienza.

[ Ufficio federale dell'energia ]
In Svizzera circa 80 000 piccole e medie imprese (PMI) consumano un quantitativo di energia elettrica considerevole. Ogni impresa consuma tra 100 000 e 500 000 chilowattora di energia elettrica (pari al consumo di 20-100 economie domestiche), tra 500 000 e 5 milioni di chilowattora di energia termica (riscaldamento e calore di processo) nonché oltre 10 000 litri di carburante l'anno. Nel complesso, si calcolano in media all'anno costi energetici tra 20 000 e 300 000 franchi per PMI. Grazie a misure semplici, che non richiedono grandi investimenti, le PMI potranno ridurre facilmente del 10 - 15 percento i propri costi energetici. Una ragione più che sufficiente per fare analizzare da specialisti il potenziale di risparmio dell'impresa e poi decidere se e quali misure energetiche attuare. Le PMI potranno da subito contare su un sostegno: PEIK - la piattaforma delle PMI per l'efficienza energetica offre soluzioni su misura per tutte le esigenze. Le PMI potranno decidere in piena autonomia se richiedere solo una consulenza orientativa online o telefonica gratuita, una consulenza energetica più esaustiva con sopralluogo oppure l'assistenza nell'attuazione delle misure energetiche. Inoltre, per quanto concerne le consulenze energetiche e l'assistenza nell'attuazione delle misure, SvizzeraEnergia elargisce dei contributi.

[ Ufficio federale dell'energia ]
Dal 1° luglio 2012 sono in vigore anche in Svizzera, come già nell'UE, prescrizioni sulle emissioni di CO2 delle automobili nuove: conformemente a tali prescrizioni, entro il 2015 le emissioni medie delle automobili immatricolate in Svizzera per la prima volta sarebbero dovute scendere a 130 grammi di CO2 per chilometro. Dopo aver mancato questo obiettivo già nel 2015, gli importatori di auto svizzeri non l'hanno raggiunto, con un valore medio delle emissioni pari a 134 g CO2/km, nemmeno nel 2016. Le sanzioni hanno raggiunto un totale di circa 2,4 milioni di franchi.

[ Ufficio federale dell'energia ]
Le automobili immatricolate in Svizzera per la prima volta nel 2016 hanno consumato in media 5,79 litri di equivalenti benzina ogni 100 chilometri, ovvero l'1 per cento in meno rispetto al 2015 (5,85 l/100 km). Anche le emissioni medie di CO2 delle automobili nuove sono calate dell'1,2 per cento rispetto all'anno precedente (135 g CO2/km), attestandosi intorno ai 134 g CO2/km.

Prossime comunicazioni
Ultima modifica: 25.10.2011


Fine zona contenuto




http://www.bfe.admin.ch/energie/index.html?lang=it