Inizio zona contenuto

Inizio navigatore

Fine navigatore



Nuova regolamentazione delle priorità nella rete elettrica transfrontaliera

Berna, 30.08.2017 - Nella sua seduta del 30 agosto 2017 il Consiglio federale ha fissato al 1° ottobre 2017 l'entrata in vigore della revisione della legge sull'approvvigionamento elettrico (LAEl) decisa dal Parlamento il 17 marzo 2017. Tale revisione modifica la regolamentazione delle priorità per l'approvvigionamento elettrico oltre confine: d'ora in poi avranno la precedenza nell'attribuzione delle capacità della rete transfrontaliera solo le forniture legate a contratti a lungo termine stipulati prima del 31 ottobre 2002 e le forniture provenienti da centrali idroelettriche di frontiera. È così soppressa la priorità finora accordata ai consumatori finali del servizio universale e alle forniture derivanti da energie rinnovabili.

Il termine per il referendum su questa modifica di legge è trascorso inutilizzato il 6 luglio 2017. La revisione in questione si rifà all'iniziativa parlamentare 15.430, che chiedeva una nuova regolamentazione della procedura per l'attribuzione delle capacità sulla rete di trasporto transfrontaliera.

Le priorità finora accordate dalla legge sull'approvvigionamento elettrico (LAEl) alle forniture di elettricità oltre confine superano notevolmente la capacità fisica della rete di trasporto transfrontaliera, costituendo un pericolo per la sicurezza dell'approvvigionamento. Una domanda transfrontaliera di energia elettrica che supera la capacità disponibile provoca congestioni della rete. Per ovviare a tale problema, la società nazionale di rete Swissgrid e i gestori delle reti di trasmissione dei Paesi limitrofi gestiscono insieme la capacità della rete attraverso diversi prodotti (annui, mensili e giornalieri) su una piattaforma comune di vendite all'asta.

Finora erano escluse da queste vendite all'asta le forniture provenienti da centrali idroelettriche di confine e i cosiddetti contratti a lungo termine (long term contracts LTC) conclusi prima del 31 ottobre 2002. Era data, inoltre, la priorità alle forniture di energia elettrica destinate ai consumatori finali del servizio universale e a quelle provenienti da fonti rinnovabili. Se, però, la richiesta di queste ultime priorità crescesse ulteriormente si potrebbe produrre un sovraccarico della rete di trasporto transfrontaliera, il che metterebbe a rischio la stabilità del sistema e, in ultima analisi, la sicurezza di approvvigionamento in Svizzera.

Con la nuova regolamentazione, in vigore a partire dal 1° ottobre 2017, viene pertanto soppressa la priorità accordata ai consumatori finali del servizio universale e alle forniture derivanti da energie rinnovabili. Continueranno invece a beneficiarne le forniture legate a contratti a lungo termine stipulati prima del 31 ottobre 2002 e quelle provenienti da centrali idroelettriche di frontiera.

Per ulteriori informazioni:

Marianne Zünd, Capo media e politica UFE
Tel. 058 462 56 75, marianne.zuend@bfe.admin.ch

Editore:

Il Consiglio federale
Internet: https://www.admin.ch/gov/it/pagina-iniziale.html
Ufficio federale dell'energia
Internet: http://www.bfe.admin.ch
Segreteria generale DATEC
Internet: https://www.uvek.admin.ch/uvek/it/home.html


http://www.bfe.admin.ch/energie/00588/00589/00644/index.html?lang=it