Inizio zona contenuto

Inizio navigatore

Fine navigatore



La Commissione federale per la sicurezza nucleare avalla la raccomandazione dell'IFSN per la terza tappa della procedura di selezione dei siti per i depositi in strati geologici profondi

Berna, 03.07.2017 - La Commissione federale per la sicurezza nucleare (CSN) esprime parere positivo sulla raccomandazione dell'Ispettorato federale della sicurezza nucleare (IFSN) di sottoporre a ulteriori analisi, nella terza tappa della procedura di selezione dei siti per i depositi in strati geologici profondi per scorie radioattive, le tre aree di ubicazione Giura est, Lägern nord e Zurigo nord-est. È quanto emerge dal parere della CSN reso noto oggi sulla perizia dell'IFSN concernente la sicurezza tecnica.

Conformemente al Piano settoriale dei depositi in strati geologici profondi, l'IFSN ha tra l'altro il compito di prendere posizione sulle perizie dell'IFSN in ognuna delle tre tappe di selezione dei siti.

Il 18 aprile 2017 l'IFSN ha reso nota la sua perizia sulla sicurezza tecnica relativa alla documentazione della Società cooperativa nazionale per l'immagazzinamento di scorie radioattive (Nagra). L'IFSN giudica in ampia misura plausibili e solide le motivazioni della Nagra circa il restringimento della rosa dei possibili siti nella seconda tappa della procedura di selezione. L'IFSN giunge tuttavia alla conclusione che l'area di ubicazione Lägern nord non possa essere scartata, come proposto invece dalla Nagra, perché al momento la base di dati disponibile non è ancora sufficiente. L'IFSN concorda con la Nagra per quanto riguarda l'eliminazione dalla rosa dei siti candidati delle aree di ubicazione Giura sud, Südranden e Wellenberg e il passaggio delle aree di ubicazione Giura est e Zurigo nord-est alla terza tappa della procedura di selezione dei siti.

Nel suo parere la CSN conferma che l'IFSN ha esaminato dettagliatamente la proposta della Nagra di restringere la rosa dei possibili siti, documentando ampiamente il risultato del suo esame. L'IFSN si è basato su modelli, calcoli e criteri di valutazione propri e ha anche coinvolto periti esterni in merito a diverse tematiche. La CSN conclude che le argomentazioni contenute nella perizia dell'IFSN sono plausibili e si associa quindi alle relative conclusioni.

La Commissione è favorevole alla priorità data alle roccia ospitante argilla opalina ed è a favore dell'eliminazione delle aree di ubicazione Giura sud, Südranden e Wellenberg.

Per quanto concerne le aree di ubicazione Giura est, Lägern nord e Zurigo nord-est, la CSN condivide il parere dell'IFSN secondo cui la base di dati disponibile non sia ancora sufficiente per arrivare a concludere con certezza che vi siano svantaggi evidenti. Pertanto nessuna delle tre aree in questione può per ora essere scartata. Stando alla CSN, i risultati delle analisi geologiche durante la terza tappa della procedura di selezione possono contribuire alla verifica delle ipotesi della Nagra e a ottenere informazioni attendibili circa eventuali chiari svantaggi esistenti. La CSN raccomanda quindi di sottoporre a ulteriori analisi le aree di ubicazione Giura est, Lägern nord e Zurigo nord-est.

Il parere è disponibile all'indirizzo www.kns.admin.ch e può essere richiesto in forma stampata alla segreteria della CSN, Gaswerkstrasse 5, 5200 Brugg (tel. +41 58 481 86 86, e-mail: contact@kns.admin.ch).

Nel 2008 il Consiglio federale ha approvato la parte concettuale del Piano settoriale dei depositi in strati geologici profondi, che stabilisce la procedura per la selezione dei siti. In tale procedura, la sicurezza a lungo termine delle persone e dell'ambiente ha la priorità assoluta. Partendo dalle conoscenze geologiche disponibili, la Nagra, nella prima tappa di tale procedura, ha quindi cercato nel sottosuolo gli strati geologici più sicuri e ha individuato sei potenziali aree di ubicazione che soddisfano i requisiti relativi alla sicurezza tecnica posti dal piano settoriale: Giura est, Giura sud, Lägern nord, Südranden, Wellenberg e Zurigo nord-est. Successivamente, le autorità preposte alla sicurezza hanno confermato la proposta e il Consiglio federale ha inserito queste sei aree di ubicazione nel piano settoriale con decisione del 30 novembre 2011.

Nell'ambito della tappa 2 della procedura di selezione a partire dal 2011 sono state effettuate in queste sei regioni diverse indagini concernenti gli aspetti geologici e la sicurezza tecnica. Nel gennaio 2015 la Nagra aveva presentato un'ampia documentazione tecnico-scientifica a fondamento della sua proposta di esaminare in maniera approfondita, nella tappa 3 della procedura di selezione dei siti, solo le aree di ubicazione Giura est e Zurigo nord-est. Le aree di ubicazione Giura sud, Lägern nord, Südranden e Wellenberg avrebbero quindi dovuto essere scartate per evidenti svantaggi. Nella sua perizia del 18 aprile 2017, l'IFSN è giunto alla conclusione che l'area di ubicazione Lägern nord non può essere scartata, come proposto invece dalla Nagra, perché al momento la base di dati non è ancora sufficiente. La CSN ha espresso parere favorevole a questa raccomandazione. Alla fine del 2017 tutti i rapporti, le perizie e i pareri saranno oggetto di una consultazione pubblica della durata di tre mesi. Alla luce di tutti i fatti rilevanti, presumibilmente entro la fine del 2018, il Consiglio federale deciderà in merito alla conclusione della tappa 2 della procedura di selezione e definirà quali regioni esaminare in modo più approfondito nella tappa 3. Una volta terminata la tappa 2 inizierà l'ultima tappa della procedura di selezione dei siti.

Nella tappa 3, che prenderà avvio presumibilmente a fine 2018, i siti rimanenti saranno oggetto di indagini ancora più complete e le conoscenze in merito alla sicurezza tecnica e agli aspetti geologici saranno ulteriormente approfondite, per esempio, mediante perforazioni di sondaggio. Sulla base delle conoscenze così acquisite, nella tappa 3 la Nagra presenterà le domande di rilascio delle autorizzazioni di massima per i depositi in strati geologici profondi.

Per ulteriori informazioni:

Marianne Zünd, Capo Media e politica UFE, tel. 058 462 56 75
Dr. Bruno Covelli, Presidente CSN, tel. 062 842 15 88

Editore:

Ufficio federale dell'energia
Internet: http://www.bfe.admin.ch


http://www.bfe.admin.ch/energie/00588/00589/00644/index.html?lang=it