Inizio zona contenuto

Inizio navigatore

Fine navigatore



Revisione dell'ordinanza sul Fondo di disattivazione e sul Fondo di smaltimento: indagine conoscitiva

Berna, 12.03.2015 - Il Dipartimento federale dell'ambiente, dei trasporti, dell'energia e delle comunicazioni (DATEC) ha avviato oggi l'indagine conoscitiva in merito alla revisione dell'ordinanza sul Fondo di disattivazione e sul Fondo di smaltimento (OFDS). La revisione riguarda in particolare la modifica delle regole di governance. L'indagine conoscitiva si concluderà l'8 maggio 2015.

I lavori di revisione dell'OFDS sono in corso dalla fine del 2011. Una volta identificati gli ambiti tematici da sottoporre a revisione, è stata dapprima messa a punto una revisione urgente dell'OFDS, approvata dal Consiglio federale il 25 giugno 2014 (cfr. comunicato stampa del 25.06.2014) ed entrata in vigore il 1° gennaio 2015. Questa prima revisione comprende l'adeguamento delle basi di calcolo per la fissazione dei contributi che gli esercenti degli impianti nucleari devono versare nei Fondi e l'introduzione di un supplemento di sicurezza.

Quale ulteriore ambito tematico da sottoporre a revisione, il DATEC e l'Ufficio federale dell'energia (UFE) hanno individuato diverse questioni legate alla governance. A questo riguardo, due modifiche sono già state introdotte nella citata revisione urgente dell'OFDS di cui sopra (indipendenza dei membri della Commissione e composizione di comitati e gruppi specializzati). Altri punti rilevanti ai fini della governance, confermati anche nel rapporto del Controllo federale delle finanze (cfr. comunicato stampa CDF del 26.11.2014), dovranno ora essere modificati nell'ambito di questa seconda revisione dell'OFDS:

  • eliminazione dell'intreccio, a livello di personale, fra l'autorità di vigilanza e gli organi dei Fondi: i collaboratori del DATEC, dell'UFE e dell'Ispettorato federale della sicurezza nucleare (IFSN) non potranno più essere nominati membri della commissione, dei comitati o dei gruppi specializzati;
  • rafforzamento della vigilanza sui Fondi: il Consiglio federale e il DATEC disporranno di strumenti di controllo più incisivi per correggere anomalie nella gestione e nell'amministrazione dei Fondi (per esempio, il regolamento dei Fondi dovrà ora essere definito dal DATEC);
  • attribuzione delle competenze: il DATEC, d'intesa con il Dipartimento federale delle finanze, potrà modificare il reddito del capitale, il tasso di rincaro e il supplemento di sicurezza;
  • norme per gli studi sui costi: la prassi finora adottata per l'allestimento, da parte degli esercenti, degli studi sui costi e per la loro successiva verifica deve essere modificata e descritta in modo esplicito nell'ordinanza.

La revisione dell'OFDS dovrà entrare in vigore il 1° gennaio 2016, in modo che le nuove disposizioni possano essere applicate alla Commissione del Fondo di disattivazione e del Fondo di smaltimento a partire dalla prossima legislatura (2016 - 2019).

Per ulteriori informazioni:

Marianne Zünd, portavoce UFE, tel. 058 462 56 75 / 079 763 86 11, marianne.zuend@bfe.admin.ch

Editore:

Dipartimento federale dell'ambiente, dei trasporti, dell'energia e delle comunicazioni
Internet: https://www.uvek.admin.ch/uvek/it/home.html


http://www.bfe.admin.ch/energie/00588/00589/00644/index.html?lang=it